Lunedì, 20-05-2024
Iscriviti alla newsletter

Ricerca Lavoro
RSS
Feed Entries
JB Cookies
  • AVEVAMO RAGIONE QUANDO CRITICAVAMO IL PROCESSO DI DIGITALIZZAZIONE DEL PAESE

    agenda digitale italianaPiù volte la nostra Associazione prese posizione in merito al processo di digitalizzazione del nostro Paese esprimendo alcune volte delle osservazioni critiche sui sistemi organizzativi e tecnologici nonchè sull'utilizzo delle risorse umane e finanziarie per adeguare e far crescere l'Italia in un'ottica di forte ammodernamento e di efficienza, tuttavia molte volte le nostre proposte passarono inalscoltate (cfr. http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/07/03/agenda-digitale-la-rivoluzione-finora-non-ce-italia-avanti-a-passo-di-lumaca/1836163/).
    Ora rileviamo però che dall'autorevole studio effettuato dalla School of Management del Politecnico di Milano (www.osservatori.net), presentato a Roma in occasione del convegno “Pubblico e privato: un patto per l’Italia digitale”, emerge una situazione di forte ritardo nella digitalizzazione dell'Italia rispetto agli altri paesi europei ripresa anche dalla Associazione Italian Digital Revolution di cui sotto riportiamo gli interessanti rilievi.

    *********************************

  • AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA COMPARATIVA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE DI UN ISTRUTTORE DIRETTIVO/SPECIALISTA INFORMATICO - AREA DEI FUNZIONARI E DELL’ELEVATA QUALIFICAZIONE, DA ASSEGNARE PRESSO L’IT MANAGEMENT

    ASPCittaBolognalogo

    Procedura di selezione pubblica comparativa che ASP Città di Bologna – Azienda Pubblica di Servizi alla Persona ha attivato per la ricerca di un profilo da inserire presso l’IT Management aziendale .

    Per prendere visione dell'avviso di selezione cliccare sul seguente link :

    https://www.aspbologna.it/it/avviso-di-selezione-pubblica-comparativa-per-il-conferimento-di-un-incarico-di-alta-specializzazione-ex-art-110-c-1-d-lgs-267-2000-e-ss-mm-ii-a-tempo-pieno-e-determinato-di-un-istruttore-direttivo-specialista-informatico-area-dei-funzionari-e-dell-elevata-qualificazione-da-assegnare-presso-l-it-management-direzione-generale-di-asp-citta-di-bologna 

    Avviso di selezione, opportunamente pubblicato anche sul portale inPA.

     

  • Come adeguarsi al Whistleblowing

    logo concentrazione

    La Legge n. 179/2017 ha introdotto in Italia un istituto di derivazione anglosassone noto come Whistleblowing.

    L'obiettivo che si prefigge la normativa è offrire una tutela particolarmente rafforzata a quei dipendenti, sia pubblici che privati, che segnalino al datore di lavoro fatti illeciti di cui siano venuti a conoscenza durante lo svolgimento delle proprie mansioni.

    Nel settore privato, il legislatore ha scelto di inserire la tutela del soggetto segnalante - il c.d. Whistleblower - all'interno della normativa sulla responsabilità amministrativa degli enti e delle società, ossia, nel d.lgs. n. 231/2001.

  • Come condividere in sicurezza il contenuto di caselle PEC

    logo concentrazioneIn pochi anni la Posta Elettronica Certificata ha conquistato la ribalta ed è diventata il canale standard per comunicare tra tutti i titolari di una partita IVA, che sia di un ente pubblico, aziendale o di un professionista.

    La fatturazione elettronica, obbligatoria dal prossimo anno, intensificherà il traffico, che non potrà più essere gestito con semplici programmi di posta.

    Dal costante ascolto delle esigenze dei nostri clienti abbiamo rilevato che, contestualmente alla diffusione delle comunicazioni pec, sono emerse nuove esigenze, soprattutto nei contesti in cui molteplici persone dello stesso ente/ufficio devono poter accedere a questo prezioso strumento.

  • Comune di Roma: riaperti i termini per la partecipazione al concorso di Istruttore Servizi Informatici e Telematici

    logo comune roma

     

    E' stato riaperto dal Comune di Roma con decorrenza 23 aprile, per 30 giorni, il bando di concorso a 100 posti per l’accesso a tempo pieno e indeterminato nel profilo professionale di Istruttore Servizi Informatici e Telematici, cat. C – posizione economica C1 - Famiglia Informatica e Telematica - Codice concorso CUIS/RM.
    E' richiesto uno dei seguenti titoli di studio di diploma di istruzione secondaria di secondo grado: ragioniere programmatore, perito informatico, perito industriale, perito tecnico in grafica e comunicazione o altro diploma equivalente a indirizzo informatico che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria.
    Sarà possibile presentare domanda sulla piattaforma Step One 2019 del Formez. Ulteriori informazioni sul portale di Roma Capitale - Dipartimento Organizzazione e Risorse Umane.

     

  • Concorso pubblico nella qualifica di ispettore informatico del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

    logo corponazionale vvfLa Direzione Centrale per l’Amministrazione Generale – Ufficio II – Affari concorsuali e contenzioso – Ufficio per la gestione dei concorsi d’accesso comunica che nella Gazzetta Ufficiale - IV Serie Speciale Concorsi ed Esami – del 27 aprile 2021, è pubblicato il bando di concorso pubblico, per esami, a 53 posti nella qualifica di ispettore informatico del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

    Per la domanda di partecipazione cliccare qui (Sito ufficiale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco - https://www.vigilfuoco.it/aspx/notizia.aspx?codnews=71800)

     

  • Forte insoddisfazione tra il Personale del ruolo tecnico informatico del Corpo Nazionale dei VVF: che fine hanno fatto le promesse?

    personale informatico vvf
    L'Associazione Nazionale Informatici Pubblici e Aziendali, attraverso il suo delegato nazionale per i Vigili del Fuoco Roberto Bagalà, vuole far sentire nuovamente la sua voce ad un'Amministrazione che sembra essere sorda rispetto alle nostre recenti rivendicazioni e cieca nel non vedere come l'informatica e il Personale informatico siano pienamente integrati nel soccorso tecnico urgente. Per ultimo, ricorda Bagalà, il ritrovamento di due donne in provincia di Varese grazie all'uso del software di geo localizzazione 'GeolocVVF' esempio pratico di sinergia, nato dall'esperienza ed esigenza del personale operativo e le conoscenze e la buona volontà del collega informatico del Comando VVF di Vercelli, Silvio Oliviero, al quale va la nostra stima e gratitudine.

  • FORTE INSODDISFAZIONE TRA IL PERSONALE DEL RUOLO TECNICO INFORMATICO DEL CORPO NAZIONALE DEI VVF: COMUNICATO STAMPA

    vvffUn 2018 che non inizia nel migliore dei modi per il personale tecnico-informatico del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e ancora una volta il motivo è il Riordino delle Carriere secondo i dettami della cosiddetta Legge Madia. A denunciarlo è Alessandro Cianelli, il delegato Nazionale VV.F. di A.N.I.P.A., che attraverso una nota inviata alle cariche istituzionali, al Capo del Dipartimento e al Capo del Corpo evidenzia come “tutte le richieste di innovazioni normative sostanziali atte a superare una visione obsoleta del personale informatico [..] siano state disattese. Anzi, nella bozza di riordino divulgata nella seconda metà di dicembre, si legge un'accentuata differenza nei percorsi di carriera tra ruoli tecnico-informatici e tecnico-operativi”. Nella missiva si chiedono delucidazioni sulla “creazione dei 'ruoli dei direttivi aggiunti ad esaurimento' per il personale degli attuali ruoli tecnico-informatici, e non ad esaurimento per la componente dei ruoli tecnico-operativi.”. Secondo Cianelli si va incontro al “blocco di carriera per il personale degli attuali ruoli dei Collaboratori e Sostituto Direttori Informatici.

  • FORTE INSODDISFAZIONE TRA IL PERSONALE DEL RUOLO TECNICO INFORMATICO DEL CORPO NAZIONALE DEI VVF: PROCLAMATO NUOVO STATO DI AGITAZIONE

    comunicatosindacale

    Nuovo stato di agitazione per la componente tecnico-informatica dei Vigili del Fuoco, proclamato dall'ANIPA Associazione Nazionale Informatici Pubblica Amministrazione. A spiegarne le motivazioni è lo stesso Presidente della Anipa, Raffaele Pinto che denuncia come “dopo le rassicurazioni ottenute durante la procedura di conciliazione di luglio scorso, sia dalla parte politica, sia dall'Amministrazione, non ci sono state evidenze di un recepimento di quanto da noi più volte illustrato in merito al personale dei ruoli tecnico-informatici nell'attuale processo di riforma del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Il 26 ottobre “ continua Pinto ”abbiamo ricevuto dall'Amministrazione il documento di sintesi contenente i punti programmatici sul riordino delle carriere del CN VVF, documento peraltro estremamente sintetico e di non facile analisi come anche ribadito da altre sigle sindacali. Tra i punti leggiamo quello dell'istituzione di un Ruolo Tecnico dove confluiranno varie competenze, anche non strettamente tecniche. Cogliamo freddamente quanto proposto dell'Amministrazione.

  • Forte insoddisfazione tra il Personale del ruolo tecnico informatico del Corpo Nazionale dei VVF: revocato lo stato di agitazione dopo la conciliazione

    vvf braccialetti protesta 01072017

    Pubblichiamo la conciliazione, di cui è possibile prendere visione del verbale del 19 luglio u.s. con il Ministero dell'Interno.
    In sintesi la parte pubblica ha dato garanzie di accogliere le richieste di questa Associazione avanzate a favore del personale informatico del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

     

     

  • I Consigli di Amministrazione ed i Board finalmente si digitalizzano

    logo concentrazione

    Il processo di digitalizzazione delle aziende italiane pubbliche e private deve partire dai CdA.

    Siamo partiti da questo presupposto per trovare la miglior soluzione sviluppata e già utilizzata che digitalizza i Consigli di Amministrazione, i Comitati e tutte le riunioni di alto livello all’interno di banche, aziende, consorzi, fondazioni e cooperative e PA. Il software, già utilizzato oggi da alcune grandi società italiane, permette di migliorare notevolmente i processi legati all’organizzazione delle riunioni e alla partecipazione dei manager, che vedono tutto sui loro tablet e smartphone in modo sicuro.

  • IDC Digital Forum: Data Strategy 2020

    idc banner datastrategy2020

    COMUNICATO STAMPA

    Governare i dati per competere con gli algoritmi

    Entro il 2024, le aziende che implementeranno soluzioni di gestione, integrazione
    e analisi dei dati basate su machine learning vedranno raddoppiare
    la produttività dei dipendenti. Serviranno però alfabetizzazione e metriche

    IDC Digital Forum: Data Strategy 2020, in diretta streaming il 29 settembre

    MILANO, 26 agosto 2020 – Alla domanda di IDC sulle aree strategiche per la propria azienda nei prossimi cinque anni, l'80% dei CEO indica i dati, in particolare l’uso dei dati nei modelli decisionali per ottenere un vantaggio competitivo. Tuttavia, la maggior parte delle imprese non è a conoscenza di quanto valore stia davvero ottenendo dai dati. Sono quindi necessarie nuove tecnologie per raggiungere una maggiore consapevolezza, reagire più rapidamente agli eventi, supportare un insieme più ampio di decisioni o automatizzarne alcune. Oggi, i dati e l'intelligence ad essi collegata rappresentano un'opportunità unica per creare un valore inimmaginabile.

  • IDC Digital Forum: Multicloud 2020

    idc security forum 2020

    COMUNICATO STAMPA 

    Infrastrutture IT aziendali: obiettivo multicloud ibrido 

    Il cloud ibrido crea un ambiente IT indipendente dall'infrastruttura ed è sostenutoda applicazioni abilitate da container, microservizi, API e tecnologie open source.

    L'80% delle imprese si attiverà per accelerare il passaggio a infrastrutture basate sul cloud due volte più velocemente rispetto a prima dell’inizio della pandemia.
     
    IDC ne parlerà il 25 novembre nel corso dell’IDC Digital Forum: Multicloud 2020

     MILANO, 26 ottobre 2020 – La pandemia di COVID-19 si è ampiamente dimostrata un forte stimolo per accelerare l'adozione del cloud e promuovere una trasformazione più rapida delle infrastrutture IT aziendali. Secondo la più recente analisi condotta da IDC sulla spesa mondiale destinata alla totalità del cloud (servizi cloud pubblici; infrastrutture hardware e software per erogare servizi cloud; servizi gestiti e professionali dedicati al cloud), gli investimenti complessivi per il cloud supereranno i mille miliardi di dollari nel 2024, con un tasso di crescita annuale (CAGR) pari al +15,7%.

  • IDC Digital Forum: Security 2020

    idc security forum 2020

    COMUNICATO STAMPA

    Digital trust, la nuova piramide della sicurezza

     La fiducia digitale si applica al business ed è centrata su meccanismi di sicurezza

    che includono attributi come rischio, conformità, privacy e persino etica aziendale
     

    IDC ne parlerà il 17 novembre nel corso dell’IDC Digital Forum: Security 2020

    MILANO, 21 ottobre 2020 – IDC prevede che entro il 2025 il 25% della spesa per i servizi di sicurezza in tutto il mondo sarà dedicato allo sviluppo, all'implementazione e al mantenimento di un piano strutturato di fiducia digitale, il cosiddetto digital trust. E per facilitare la gestione e la crescita di questo programma, orchestrando le diverse funzioni aziendali, IDC prevede che entro il 2023 il 50% delle principali imprese mondiali nominerà nel proprio board un Chief Trust Officer.

  • IDC Future of Digital Infrastructure 2021

    idc security forum 2020

    COMUNICATO STAMPA 

     L’infrastruttura del futuro? Digitale. Come il business 

    Quella digitale non è più un'infrastruttura che supporta un'organizzazione parzialmente digitalizzata, ma consente a un'impresa di operare digitalmente

    nel suo complesso, promuovendo e supportando l’innovazione continua. 

    Appuntamento il 13 maggio con l’IDC Digital Forum: Future of Digital Infrastructure

     

    MILANO, 12 aprile 2021 – Una strategia digitale di successo richiede un uso efficace e soprattutto tempestivo di tecnologie innovative, ovunque e in qualunque momento, così da supportare nuovi processi e modelli di business. Oggi, un'ampia percentuale dei ricavi di un’impresa dipende dalla reattività, scalabilità e resilienza dell'infrastruttura implementata internamente, nonché dalla sua capacità di trarre vantaggio dalle infrastrutture gestite e fornite come un servizio da partner esterni.

    Quella digitale non è più un'infrastruttura che supporta un'organizzazione parzialmente digitalizzata; piuttosto, consente a un'organizzazione di operare digitalmente in tutto il suo complesso.

  • IDC Future of Digital Infrastructure 2022

     idc banner Futureofinfrastructure 2022

     COMUNICATO STAMPA

    Digitale e sostenibile, le due anime dell’infrastruttura IT

    Crescono gli investimenti aziendali per le iniziative tecnologiche sostenibili.

    Entro il 2024, IDC prevede che il 75% delle richieste delle imprese ai fornitori IT imporrà a quest’ultimi di dimostrare i progressi nei programmi ESG.

     Il 19 maggio la terza edizione del Forum “IDC Future of Digital Infrastructure”

     

    MILANO, 13 aprile 2022 – L'infrastruttura digitale del futuro richiederà sempre di più ai CIO di allineare il suo utilizzo al massimo risultato aziendale, compresi gli obiettivi di sostenibilità. Si stima che l'IT sia responsabile dell'1,5–2% delle emissioni globali di CO2 e che l'impatto derivante dal ritiro di hardware usato sia altrettanto sostanziale. Fare progressi significativi sul fronte ambientale richiede alla direzione IT di valutare e misurare l’uso e l’efficacia delle risorse infrastrutturali e di trovare modi per ridurre il consumo e passare a risorse più "pulite", incorporando pratiche ambientali, sociali e di governance (ESG) nel ciclo di vita della tecnologia, dall'acquisizione fino alla dismissione.

  • IDC Future of Intelligence 2021

    idc future of intelligence

    COMUNICATO STAMPA

     E’ l’intelligenza aziendale il nuovo fronte di battaglia

    Entro il 2024, IDC prevede che le aziende che non saranno in grado di controllare la crescita dei dati e il proliferare di silos decisionali sperimenteranno un raddoppio della povertà d'attenzione con l'incapacità di separare i segnali dal rumore, ovvero di trasformare la conoscenza in vantaggio competitivo

    Appuntamento il 26 ottobre con l’IDC Future of Intelligence Digital Forum 2021

     MILANO, 30 settembre 2021 – Più un’impresa è intelligente, più ha la possibilità di prendere decisioni migliori: a livello strategico, tattico e operativo. Decisioni migliori portano ovviamente a risultati migliori in minor tempo, riducendo sprechi di denaro, di risorse e malumori di clienti e fornitori. Ma cosa costituisce l’intelligenza di un’azienda?

  • IDC Future of Work Digital Forum 2021

    idc security forum 2020

    COMUNICATO STAMPA 

    Future of Work, per competere nella nuova normalità
    serve una forza lavoro più ibrida e flessibile

     “Parità tecnologica” per la forza lavoro ibrida, non importa se locale, remota,

    sul campo o in spostamento da una posizione all'altra. Ma la tecnologia non basta: necessaria anche più attenzione alla persona, alla salute e alla sostenibilità

     In diretta streaming l’11 marzo l’IDC Future of Work Digital Forum 2021

     MILANO, 8 febbraio 2021 – Nel momento in cui la pandemia ha imposto un’accelerazione delle iniziative di trasformazione digitale del lavoro, molte imprese si sono ritrovate a fare i conti con nuove sfide in termini di tecnologia, processi e policy. A queste, nel 2021 si sommeranno sfide più globali in materia di salute, sostenibilità ed etica, che imporranno ulteriori riflessioni sul modo di  lavorare.

  • IDC Industry Day 2023

     idc bannersecurityforum2023

    Dare voce ai nuovi valori di clienti, consumatori e cittadini

    Dal finance al manufacturing, dalle telecomunicazioni alla PA,

    fare ecosistema è oggi indispensabile per stimolare l'innovazione delle imprese italiane 

    e per affrontare le trasformazioni in atto in ogni settore.

     

    A Milano e a Roma gli IDC Industry Days 2023

     MILANO, 25 agosto 2023 – Per avere successo, le imprese e le organizzazioni dei principali settori italiani devono oggi dare voce ai nuovi valori dei clienti, dei consumatori e dei cittadini, ma anche dei dipendenti e degli stakeholder, operando insieme in un ecosistema interconnesso con attività sempre più data-driven e modelli di business sempre più digitali, usando la tecnologia come leva competitiva. Dal finance al manufacturing fino alle utility, dalle telecomunicazioni alla Pubblica Amministrazione, fare ecosistema è indispensabile per stimolare l'innovazione dei prodotti e servizi offerti e per affrontare le trasformazioni in atto.

  • IDC Security Digital Forum 2021

    idc security forum 2020

    COMUNICATO STAMPA

    Sicurezza: crescono le minacce, cambia l’attenzione delle aziende

    Le aspettative di fiducia degli stakeholder si stanno spostando dalla protezione di dati e risorse alla protezione di dipendenti, partner e clienti. Entro il 2023, il 55% della spesa in cybersecurity avverrà su piattaforme e framework unificati

    Appuntamento il 17 giugno con l’edizione 2021 dell’IDC Security Digital Forum

    MILANO, 17 maggio 2021 – Il nuovo decennio ci ha già dato diverse lezioni. La prima è che le parole "non lasciare mai che una buona crisi vada sprecata" avrebbero potuto essere dette per un’organizzazione di criminali informatici. La seconda è che il concetto di fiducia digitale – digital trust - sta rapidamente diventando un imperativo aziendale. Al centro di tutto questo, come sempre, c'è la sicurezza: quella barriera critica tra integrità dei dati e compromissione, componente fondamentale della piramide della fiducia digitale.

Pagina 1 di 2

Eventi e Corsi

Brainz LogoBanking2024

BRAINZ

 

Logo GlobalRiskForum 2024

GLOBAL RISK FORUM
11 e 12 giugno 2024
Milano (Allianz MiCo)
Fiera Milano - Business International

Università UNINETTUNO

A.N.I.P.A - C.F. 97080070580 - Presidente: Raffaele Pinto - Webmaster: Piero Gauna
Riproduzione riservata salvo consenso
Contatti: anipa@anipa.it - anipa@pec.anipa.it