Venerdì, 22-02-2019

idc intestazione 2018

Future of Work, il modo di lavorare non sarà più lo stesso

Tecnologie intelligenti e generazioni digitali trasformeranno per sempre il lavoro.

Al punto che le aziende dovranno cambiare anche il modo di misurare i dipendenti 

A Milano il 26 febbraio la prima edizione dell’IDC Future of Work Conference

 

MILANO, 17 gennaio 2019 – L’affermarsi di tecnologie in grado di fornire ai consumatori informazioni istantanee, servizi rapidi e interazione continua sta innescando profondi cambiamenti oltre che nella società anche nel modo di lavorare, e si appresta a scatenare una vera e propria rivoluzione aziendale nel momento in cui l’intelligenza artificiale entrerà più in profondità nei processi operativi e le prime generazioni digitali, i millennial, inizieranno a rappresentare la quota maggiore della forza lavoro. Ovvero nell’arco dei prossimi due o tre anni.

 

 

Nell’era digitale, le aziende devono essere capaci di innalzare il grado di collaborazione tra gli utenti non solo per migliorare le modalità di lavoro, ma anche e soprattutto per generare nuove opportunità per la creazione di valore. A trasformarsi deve quindi essere sia lo spazio di lavoro - fisico e virtuale nello stesso tempo - sia la forza lavoro - sempre più distribuita e connessa – sia appunto il modo di lavorare – più agile e automatizzato.

Entro il 2021, il 60% delle aziende Global 2000 adotterà quello che IDC definisce Future WorkSpace, ovvero un nuovo concetto di spazio di lavoro in grado di migliorare l’esperienza e la produttività dei dipendenti attraverso un ambiente fisico e virtuale più flessibile, intelligente e collaborativo. Lo spazio di lavoro futuro non sarà statico o a orari prestabiliti, ma sarà ovunque, in qualsiasi momento, su ogni device, mutuando l’inclinazione di millennial e nativi digitali.

Di base, il Future WorkSpace è un ambiente di lavoro aperto, flessibile e altamente connesso che permette all’utente di trarre vantaggio da mobilità, collaborazione remota e accesso sicuro a strumenti e dati, con semplicità e velocità, aumentandone soddisfazione e produttività. Anche l’intelligenza artificiale concorrerà a migliorare il livello di produttività: sebbene attualmente le tecnologie AI siano perlopiù utilizzate per ottimizzare il consumo di risorse sul posto di lavoro (luci, aria condizionata ecc.), nuovi strumenti intelligenti come risponditori predittivi, UI vocali o sistemi di videoconferenza automatizzati aiuteranno i dipendenti a diventare più produttivi nel giro di pochi anni.

La trasformazione dell’ambiente di lavoro, e della cultura del lavoro più in generale, costringerà le aziende a cambiare anche il modo di reclutare e misurare i propri dipendenti. Come la tecnologia sta drasticamente trasformando il modo di lavorare, così andrà inevitabilmente a modificare le metriche utilizzate dalle risorse umane.  Secondo IDC, entro il 2022 il 35% delle aziende sostituirà i tradizionali e datati KPI con i KBI (key behavioral indicator) per misurare la collaborazione, la

comunicazione, la capacità di risolvere i problemi, i risultati e gli obiettivi del proprio personale. Le metriche legate alla produttività saranno quindi affiancate da metriche più moderne che una volta sarebbero state considerate pure “soft skill” (cioè non misurabili quindi meno importanti), ma che oggi sono ritenute essenziali per raggiungere quei livelli di produttività necessari per soddisfare le richieste dei clienti.

Le nuove tecnologie stanno quindi profondamente cambiando il concetto di lavoro. Di questo IDC parlerà nella prima edizione dell’IDC Future of Work Conference, che si volgerà a Milano il 26 febbraio prossimo.

Partendo dal framework creato da IDC per il Future of Work, verranno presentati casi studio e i risultati dell'indagine FoW 2019. Ospiti italiani porteranno la loro esperienza e insieme agli analisti di IDC - Roberta Bigliani, executive lead di IDC Future of Work Practice per IDC Europe, e Daniela Rao, senior director research and consulting di IDC Italia – illustreranno la trasformazione del lavoro in atto su tre livelli - workspace, workforce e workculture - analizzando le tecnologie per il nuovo modo di lavorare e spiegando come prepararsi ad affrontare un futuro sempre più automatizzato.

Per maggiori informazioni e l’agenda: IDC Future of Work Conference 2019

Hashtag ufficiale dell’evento: #IDCFoW19

Fondata nel 1964, IDC (International Data Corporation) è la prima società mondiale specializzata in ricerche di mercato, servizi di consulenza e organizzazione di eventi nei settori ICT e dell’innovazione digitale. Oltre 1.100 analisti a copertura di 110 Paesi del mondo mettono a disposizione a livello globale, regionale e locale la loro esperienza e capacità per assistere il mercato della domanda e dell’offerta nella definizione delle proprie strategie tecnologiche e di business a supporto della competitività e crescita aziendale.

Per informazioni:

Marco Tennyson

Communication & Digital Content Marketing Manager

IDC Italia

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Office: +39 02 28457.370

Mobile: +39 3393371704 | 3493304863

Web: idcitalia.com

Twitter: twitter.com/IDCItaly

LinkedIn: IDC Italy Business Group

LinkedIn: IDC Italy Company Page

ANIPA utilizza cookie tecnici e di terze parti per offrirti una migliore esperienza di navigazione ed in linea con le Tue preferenze.

Se non si modificano le impostazioni del browser proseguendo si presta il consenso al loro uso. Per saperne di piu'

Approvo
Eventi e Corsi

logo iothings2019

IOTHINGS 2019
3-4 aprile 2019, MILANO
(Innovability)

logo brainz its'all retail 2019
It's all RETAIL
13 marzo 2019, MILANO
(BRAINZ)

logo idc futurework 26022019

IDC Future of Work Conference 2019
26 febbraio 2019 - MILANO
(IDC Italia)

logo fatturaredigitale

Fatturare Digitale
VICENZA 21, BOLOGNA 22, MILANO 26, ROMA 29 novembre 2018
( AreaNetworking & Inside Factory)

universita genova master

Università degli Studi di Genova
Elenco Master Gratuiti

Mondo Lavoro


A.N.I.P.A - C.F. 97080070580 - Presidente: Raffaele Pinto - Webmaster: Piero Gauna
Riproduzione riservata salvo consenso - Contatti: anipa@anipa.it